I 5 sentieri più suggestivi delle Colline Metallifere


I 5 sentieri più suggestivi delle Colline Metallifere

Le Colline Metallifere

Le Colline Metallifere costituiscono il principale e più esteso sistema collinare e montuoso dell’Antiappennino toscano.

Si estendono nella parte centro-occidentale della Toscana, interessando ben quattro province, la parte sud-orientale della provincia di Livorno, la parte meridionale della provincia di Pisa, la parte sud-occidentale della provincia di Siena e la parte nord-occidentale della provincia di Grosseto.

Il territorio, eccetto le vette del Poggio di Montieri, delle Cornate di Gerfalco e delle Carline di Travale che superano i 1000 metri di quota, risulta prevalentemente collinare e ricco nel sottosuolo di risorse minerarie.

Tra la provincia di Pisa e quella di Grosseto sono presenti anche fonti di energia geotermica che si manifestano sotto forma di soffioni boraciferi.

Parte di questa energia endogena viene utilizzata dall’Enel per la produzione di energia elettrica nelle centrali elettriche presenti nella zona di Larderello e Lago Boracifero, Aia dei Diavoli.

Dalle Colline Metallifere nascono diversi corsi d’acqua: tra i più importanti il Cecina, il Cornia, il Merse.

L’area interessa i territori comunali di Sassetta, San Vincenzo, Campiglia Marittima e Suvereto in provincia di Livorno, Monteverdi Marittimo, Pomarance e Castelnuovo di Val di Cecina in provincia di Pisa, Radicondoli e Chiusdino in provincia di Siena, Monterotondo Marittimo, Montieri, Roccastrada, Massa Marittima, Gavorrano, Scarlino, Follonica e la parte settentrionale del comune di Castiglione della Pescaia in provincia di Grosseto.

Già al tempo degli Etruschi, le Colline Metallifere erano conosciute e sfruttate per i giacimenti di minerali ferrosi, pirite, calcopirite, allume, antimonio, calamina, blenda, galena e cassiterite per l’estrazione dello stagno a Monte Valerio di Campiglia Marittima.

L’attività estrattiva continuò sempre incessante e raggiunse il suo picco tra la seconda metà del XIX secolo ed il secondo dopoguerra quando vennero sfruttati soprattutto i giacimenti di lignite (miniere di Ribolla e Casteani), declinando poi rapidamente.

A servizio di tali miniere fu sviluppata una variegata rete di teleferiche con collegamenti ferroviari e portuali, la maggior parte oramai soppresse.

I 5 sentieri

Abbiamo scelto 5 sentieri di particolare bellezza naturalistica e storica scegliendone il tratto classico:

  1. L’anello delle Cornate a Gerfalco dove il panorama spazia oltre all’Isola d’Elba fino alla Corsica (leggi l’articolo).

  2. Il Parco delle Biancane a Monterotondo Marittimo in una atmosfera surreale creata da effetti geotermici (leggi l’articolo).

  3. Il percorso di San Galgano a Chiusdino con l’antica leggenda della “spada nella roccia” (leggi l’articolo).

  4. Intorno al Lago dell’Accesa a Massa Marittima tra archeologia e natura incontaminata (leggi l’articolo).

  5. Il sentiero di Monte Calvi a Suvereto, una terrazza naturale con vista su tutta la Val di Cornia.

Si consiglia l’uso di un sistema gps o la stampa della mappa per seguire le tracce.

Leggi l’articolo: Seguire la traccia di un percorso con il proprio smartphone

[lfh-gpx src=https://www.camminatorianonimi.com/wp-content/uploads/2020/09/t184998984_percorso-creato-il.gpx title=”t184998984_percorso creato il” button=true color=red width=5 ]Add here your formated description[/lfh-gpx]

[lfh-gpx src=https://www.camminatorianonimi.com/wp-content/uploads/2019/11/route5082709-Monterotondo_Marittimo.gpx title=”route5082709-Monterotondo_Marittimo” button=true color=red width=5 ]Add here your formated description[/lfh-gpx]

[lfh-gpx src=https://www.camminatorianonimi.com/wp-content/uploads/2020/09/lagoaccesa2.gpx title=”lagoaccesa2″ button=true color=red width=5 ]Add here your formated description[/lfh-gpx]

[lfh-gpx src=http://www.camminatorianonimi.com/wp-content/uploads/dae-uploads/sangalgano.gpx title=”sangalgano” button=true color=blue width=5 ]Add here your formated description[/lfh-gpx]

[lfh-gpx src=http://www.camminatorianonimi.com/wp-content/uploads/dae-uploads/montecalvi.gpx title=”montecalvi” button=true color=blue width=5 ]Add here your formated description[/lfh-gpx]

Fonte: Wikipedia

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.